mercoledì 2 aprile 2014

La Leishmaniosi

Che Cos’è la leishmaniosi e come si trasmette?
La leishmaniosi è una malattia parassitaria causata da un protozoo, la Leishmania.
Questo parassita viene trasmesso attraverso la puntura di un pappatacio e a seguito della puntura può svilupparsi la malattia.
In Italia il rischio di trasmissione si concentra nel periodo compreso tra maggio e ottobre, periodo in cui i pappataci sono in attività e possono pungere.

Come si può prevenire?
Per il cane da circa un anno è in commercio un vaccino anti-Leishmania che però non offre protezione
assoluta ma sembra in grado ridurre lo sviluppo della malattia. Per questo motivo è necessario adottare comunque protezioni dalle punture.
Per ridurre il rischio di trasmissione del parassita sono consigliati alcuni semplici accorgimenti:
1.       Proteggere i cani dalle punture di pappataci nelle ore serali e notturne e di prima mattina, da maggio a ottobre, periodo in cui i pappataci sono in attività e possono pungere, utilizzando collari impregnati di antiparassitari a effetto repellente oppure di applicare repellenti sul corpo dell’animale.
2.       Proteggere anche i cani già ammalati che, pur se sottoposti a terapia, possono essere morsi da un pappatacio che può a sua volta mordere un altro cane e così diffondere la malattia.
3.       Ostacolare la diffusione dei pappataci: essi depongono le uova in luoghi bui e umidi e in scarse condizioni igieniche. Bisogna dunque mantenere sempre ben pulito il giardino o il cortile da raccolte di foglie, erba o rifiuti dove l’insetto potrebbe  trovare riparo e deporre le proprie uova.
Si ricorda comunque che una valida misura di protezione, assieme a quelle citate, è far dormire il proprio cane al chiuso di notte: l’ideale sarebbe che dorma in casa!

IMPORTANTE è sapere che il parassita Leishmania si trasmette attraverso la puntura di pappataci infetti.
La trasmissione non avviene mai per contatto diretto tra persona -cane o cane-cane.
I proprietari di cani devono tuttavia controllare periodicamente la salute del loro animale, ogni anno all’inizio della primavera e alla fine dell’estate.

La malattia
Nel cane la leishmaniosi è una malattia grave, che non guarisce mai completamente e che nei casi molto gravi può portare alla morte dell’animale, ma se curata e tenuta sotto controllo, il cane che ne è affetto può condurre una vita uguale a quella dei cani sani.
I primi sintomi possono essere perdita di peso, pur se l’appetito resta inalterato, perdita di peli intorno
agli occhi e alla punta del naso e, con il procedere della malattia, possono comparire altre lesioni cutanee (dermatiti con forfora, ulcere), crescita eccessiva delle unghie, ingrossamento dei linfonodi, problemi agli occhi, sangue dal naso, problemi ai reni e ad altri organi interni.
Poiché la malattia può non manifestarsi immediatamente, è opportuno effettuare un controllo dal veterinario all’inizio della primavera e alla fine dell’estate.

La diagnosi e la cura
Una diagnosi tempestiva e la terapia con farmaci permettono non solo la guarigione dei sintomi, ma anche di limitare la diffusione della malattia.
Il veterinario, dopo aver fatto la diagnosi della malattia, prescriverà la terapia più appropriata e consiglierà
periodiche visite di controllo poiché anche dopo la cura il parassita rimane presente negli organi interni dell’animale in forma latente, cioè senza produrre sintomi.



Grazie per aver letto quest post!
Speriamo che questa piccola rubrica curata dai nostri volontari sia stata utile ed interessante.
Se pensate che ci sia qualche argomento che non abbiamo ancora trattato e che potrebbe essere interessante  da trattare in questa rubrica, allora scriveteci al nostro indirizzo email: rifugiolacuccia@gmail.com
Saremo molto felici di ricevere i vostri consigli!

Nessun commento: