giovedì 12 gennaio 2017

Cherie cerca casa!

NON È IN CANILE 
PER ADOTTARLA TEL 346 581 1937

Cherie è una cagnolina di 4 anni di tg medio-piccola molto buona, anche con i bambini e con gli altri cani.
Si affida già sterilizzata.
Cerca casa per motivi NON dipendenti da lei. 
Evitiamo di farla entrare in canile!
TEL 346 581 1937



martedì 10 gennaio 2017

Gatto presso dott. Ippolito

NON È IN CANILE 
PER ADOTTARLO CHIAMARE LO STUDIO DI IPPOLITO AL 018364391

Questo gatto si trova dal dott. Ippolito per curare una ferita dietro l'orecchio.
Non vorremmo che tornasse in strada perciò saremmo molto contenti se qualcuno lo volesse adottare. 
Non sappiamo molto di lui, sappiamo solo che è un maschio e ha passato tutta la vita in strada, ma è un gatto buono e domestico
NON È IN CANILE 
PER ADOTTARLO CHIAMARE LO STUDIO DI IPPOLITO AL 018364391



venerdì 6 gennaio 2017

Wendy cerca casa!


NON E' IN CANILE
Per adottarla tel. 3382422066
Wendy è una gatta adulta di circa 6/7 anni, già sterilizzata, abituata a vivere in casa.

Cerca casa perchè purtroppo la sua padrona non c'è più e ora nessuno può occuparsi di lei.
Per adottarla tel. 3382422066


giovedì 5 gennaio 2017

PIA

Nome: Pia
Sesso: femmina
Età: nascita presunta giugno 2016
Razza: meticcio Pastore Tedesco
Taglia: media
Carattere: (descrizione in aggiornamento)
Che tipo di adottante cerchiamo? (descrizione in aggiornamento)
Salutesano
Sterilizzato: non ancora
Entrato in canile: gennaio 2017 (rinuncia di proprietà)



venerdì 30 dicembre 2016

ARTEMISIO

Nome: Artemisio
Sesso: maschio
Età: 2014
Razza: Chihuahua
Taglia: piccola
Carattere: (descrizione in aggiornamento)
Che tipo di adottante cerchiamo? (descrizione in aggiornamento)
Salute(descrizione in aggiornamento)
Sterilizzato: no
Entrato in canile: dicembre 2016 (rinuncia di proprietà)



CAMILLO

Nome: Camillo
Sesso: maschio
Età: 2010
Razza: meticcio Chihuahua
Taglia: piccola
Carattere: (descrizione in aggiornamento)
Che tipo di adottante cerchiamo? (descrizione in aggiornamento)
Salute: (descrizione in aggiornamento)
Sterilizzato: no
Entrato in canile: dicembre 2016 (rinuncia di proprietà)




lunedì 26 dicembre 2016

BINA (scura)

Nome: Bina
Sesso: femmina
Età: 2013
Razza: meticcio 
Taglia: medio-piccola
Carattere: Bina è una cagnolina timorosa che ha bisogno di un po' di tempo per adattarsi alle novità. Buona di carattere ed un po' timorosa con le persone, si dimostra essere una cagnolina di carattere, cioè si fa rispettare dagli altri cani. Quando impara a conoscere chi si occupa di lei si dimostra essere una cagnolina molto dolce ed affettuosa, una "patella" come si suol dire!
Che tipo di adottante cerchiamo? Cerchiamo per lei una famiglia che abbia la pazienza di conoscerla meglio e che abbia la possibilità di seguirla nel suo percorso di adattamento alla nuova famiglia. Consigliamo in particolare una famiglia che viva in appartamento oppure in una casa con giardino BEN cintato. 
Salutesano
Sterilizzato: si
Entrato in canile: dicembre 2016 (rinuncia di proprietà)



TINA (chiara)

Nome: Tina
Sesso: femmina
Età: 2013
Razza: meticcio 
Taglia: medio-piccola
Carattere: Tina è una cagnolina timorosa che ha bisogno di un po' di tempo per adattarsi alle novità. Buona di carattere ed un po' timorosa con le persone, si dimostra essere una cagnolina di carattere, cioè si fa rispettare dagli altri cani. Quando impara a conoscere chi si occupa di lei si dimostra essere una cagnolina molto dolce ed affettuosa, una "patella" come si suol dire!
Che tipo di adottante cerchiamo? Cerchiamo per lei una famiglia che abbia la pazienza di conoscerla meglio e che abbia la possibilità di seguirla nel suo percorso di adattamento alla nuova famiglia. Consigliamo in particolare una famiglia che viva in appartamento oppure in una casa con giardino BEN cintato. 
Salute: ha la leishmaniosi
Sterilizzato: si
Entrato in canile: dicembre 2016 (rinuncia di proprietà)




lunedì 19 dicembre 2016

Cagnolina tipo Pinscher cerca casa

NON E' IN CANILE

Questa cagnolina è un meticcio di Pinscher di circa 6 anni, cerca casa con urgenza prima che finisca in canile.
Non è ancora sterilizzata perchè, per ora, i veterinari si stanno occupando di curare la leishmaniosi che è da tenere sotto controllo.
Di carattere sicuramente buono, inizialmente si presenta un po' paurosa.

Per ulteriori informazioni chiamare 3343234493




sabato 17 dicembre 2016

#BUTTAIBOTTI 2016 - UN CAPODANNO ALL'INSEGNA DEL RISPETTO

#BUTTAIBOTTI 2016 – UN CAPODANNO ALL’INSEGNA DEL RISPETTO


Si avvicinano le feste di fine anno e con loro i consueti botti e petardi utilizzati da chi ignora o decide di ignorarne la pericolosità. Anche quest’anno, Lega Nazionale per la Difesa del Cane ricorda tanti semplici ma pratici consigli per proteggere i nostri familiari a quattro zampe e invita tutti i Comuni che ancora non lo avessero fatto a vietare gli spettacoli pirotecnici pubblici e privati nei quali sia previsto l’utilizzo dei botti.

Lega Nazionale per la difesa del Cane si appella a tutte le persone sensibili e civili affinché a Capodanno non utilizzino i botti e convincano anche i propri familiari, amici e conoscenti a non farlo, in modo da evitare tanti incidenti, anche mortali. Questa usanza è tanto pericolosa per l’incolumità degli animali quanto per le persone, come testimoniano peraltro i consueti “bollettini di guerra” emanati dai Media.

LNDC oltre a sollecitare i Comuni a vietare l’utilizzo dei botti, esorta l’ANCI affinché inviti i primi cittadini a emanare Ordinanze che proibiscano questa usanza deleteria su tutto il territorio comunale, prendendo esempio dai numerosi Comuni virtuosi che hanno impedito i fuochi d’artificio, sostituendoli con spettacoli pirotecnici figurativi e con altre iniziative amiche dell’ambiente e degli animali.

Facciamo si che le festività natalizie e in particolare la notte di San Silvestro non rappresentino sempre un momento di estrema difficoltà per gli animali, spesso spaventati a morte dai botti per via della loro soglia uditiva infinitamente più sviluppata e sensibile di quella umana. Mentre noi siamo intenti a festeggiare, gli animali, domestici e non, vivono un incubo che per loro sembra durare un’eternità.

Lo scoppio dei botti crea negli animali una vera e propria condizione di panico che li porta a perdere l’orientamento e li espone al rischio di smarrimento o di essere investiti dalle automobili. A seguito della notte di Capodanno ci sono sempre tantissime segnalazioni di cani smarriti che spesso finiscono nei canili a causa dell’assenza di microchip, senza contare i cani e i gatti investiti dalle automobili, oltre, purtroppo, agli altri animali selvatici di ogni specie morti in seguito alla fuga dovuta al terrore scatenato dalle esplosioni.

Durante la notte di San Silvestro, è importante che chi possiede un animale segua alcuni accorgimenti e prenda tutte le precauzioni necessarie affinché il Capodanno, anziché una festa, non diventi un evento angosciante per i loro amici e compagni.

Non lasciate i vostri quattro zampe da soli ad affrontare le loro paure e soprattutto evitate di lasciarli all’aperto. E’ importante custodirli in luoghi tranquilli e protetti. Nei casi di animali anziani, cardiopatici e/o particolarmente sensibili allo stress dei rumori rivolgersi con anticipo al proprio veterinario di fiducia. Un’altra regola fondamentale, ma che vale in realtà tutto l’anno, è di dotarli di tutti gli elementi identificativi possibili (oltre al microchip, medaglietta con un recapito) e se l’animale malauguratamente scompare presentate subito una denuncia di smarrimento alla Polizia Municipale o alla ASL.

I botti possono causare negli animali diversi stati d’animo: dal semplice disorientamento alla paura, al terrore o angoscia fino ai casi più gravi di disperazione. Ecco alcuni segnali o comportamenti che il vostro animale potrebbe avere in questa situazione:

• urinazione o deposizione di feci, incontrollate;
• fuga o tentativo di fuga allo scopo di allontanarsi dal punto in cui è stato spaventato; il gesto può ripetersi quando, arrivato in un nuovo posto, non avrà una nozione precisa di dove si trova, con il rischio di perdere del tutto l’orientamento e di non riuscire a ritrovare la via di casa;
• mordere le recinzioni che rappresentano un ostacolo alla fuga;
• sbattere contro porte o barriere per tentare di abbatterle (si tratta di una reazione molto pericolosa);
• abbaiare, ululare, guaire ruotare vorticosamente su se stesso; anche questa reazione è provocata dall’incapacità di individuare la giusta direzione da seguire per allontanarsi dal pericolo avvertito;
• mordere oggetti, animali o persone che si trovano nelle immediate vicinanze, è un semplice riflesso sostitutivo;
• scarico della tensione in modo incontrollato;
• nascondersi in luoghi angusti;
• cercare morbosamente protezione dal padrone;
• non riconoscere il padrone che cerca di calmarlo; venendo a mancare la percezione della fonte del pericolo, il cane tende a non fidarsi più di nessuno.

Cosa fare con un cane che sta all’aperto:
• sistemarlo in un locale chiuso, conosciuto e sicuro mettendogli a disposizione il suo giaciglio e alcuni oggetti a lui familiari, ad esempio i suoi giochi preferiti, le ciotole e qualcosa da rosicchiare. Attenzione ad eliminare tutto ciò che potrebbe ferirlo nel caso tentasse comunque una fuga;
• non tenerlo legato alla catena! Potrebbe ferirsi seriamente con gravissime conseguenze;
• non lasciarlo sul balcone perché potrebbe tentare di gettarsi nel vuoto;
• se vive in un box esterno, verificare che sia sufficientemente sicuro e che gli fornisca la giusta protezione. Fare molta attenzione, se riuscisse ad uscire potresti perderlo per sempre;
• Durante i botti, se possibile, andare da lui e cercare di sdrammatizzare la situazione, eventualmente facendolo giocare; non proteggerlo o confortarlo e soprattutto non dar peso alle sue ansie. In questi casi è molto più efficace una vera e propria “pratica dell’allegria”, se il cane vede che il proprietario non si agita, si sentirà più tranquillo. E lasciare qualche boccone appetibile quando ci si deve allontanare;
• Un cane spaventato non mangerebbe mai, ma la presenza del cibo potrebbe rendere più familiare l’ambiente facendolo sentire, se mai fosse possibile, meno isolato.

Cosa fare con un cane che resta a casa da solo:
• lasciare le luci accese;
• lasciare le porte aperte;
• lasciare almeno due stanze a disposizione;
• il suo giaciglio deve essere ben raggiungibile;
• non lasciare oggetti che lo possano ferire;
• inibire i nascondigli troppo angusti, per evitare che si ferisca per entrarci;
• lasciare liberi i soliti nascondigli;
• lasciare a disposizione i suoi giochi e qualcosa da rosicchiare;
• lasciare la ciotola dell’acqua (anche se, quando un cane è spaventato, non mangia e non beve);
• cercare di minimizzare l’effetto dei botti tenendo accese radio o TV;

Cosa fare quando il cane è a casa con te:
• informa gli ospiti sugli atteggiamenti da tenere facendo presente che è molto meglio se rimangono assolutamente passivi lasciando a te il controllo della situazione;
• se ci sono bambini, istruiscili opportunamente: non devono correre o eccitarlo inutilmente, meglio se lo ignorano;
• Lascia le porte aperte, il suo giaciglio deve essere sempre ben raggiungibile;
• inibisci i nascondigli troppo angusti per evitare che si ferisca per entrarci e lascia liberi i suoi soliti nascondigli;
• se si nasconde, non cercare di tirarlo fuori con la forza, deve farlo di sua iniziativa. Al massimo raggiungilo e cerca di mantenere un comportamento che sia il più possibile rilassato e tranquillo. Se vuoi farlo uscire, chiamalo come fai di solito, se non ubbidisce significa che si sente più al sicuro dov’è, anche se lontano da te. In questo caso non insistere, uscirà di sua spontanea volontà quando non sarà più spaventato;
• non controllarlo, non deve pensare di essere al centro dell’attenzione e non deve credere che ciò che sta accadendo sia rivolto solo a lui ad ogni botto, tieni un atteggiamento allegro rendendo piacevole il contesto;
• se dovesse urinare o defecare, non dare peso e pulisci. Non devi in nessun modo farlo sentire in colpa;
• non costringerlo a stare accanto a te e lascialo spaziare, deve riuscire a crearsi una situazione rassicurante;
• se cerca il contatto, accettalo ma non favorirlo;
• se abbaia, ulula o guaisce, distrailo;
• se tenta di mordere o di distruggere oggetti, distrailo;
• non tenere radio o televisione con volume molto alto;
• Attenzione ai balconi aperti: possono essere visti come disperate vie di fuga;
• cerca di sdrammatizzare la situazione, eventualmente facendolo giocare; non devi proteggerlo o confortarlo e soprattutto non devi dar peso alle sue ansie.
Quest’elenco non rappresenta delle regole ferree da rispettare rigidamente ma semplicemente dei consigli per ricordare a tutti quali sono gli atteggiamenti e gli accorgimenti migliori da adottare, con responsabilità e buon senso, per fare del Capodanno una festa anche per i nostri animali.

mercoledì 14 dicembre 2016

Aggiungi un nonno a tavola

LNDC E SANYPET/FORZA 10 DI NUOVO INSIEME PER I CANI ANZIANI: “AGGIUNGI UN NONNO A TAVOLA”.
Anche quest’anno torna “Aggiungi un nonno a tavola”, l’iniziativa solidale di Lega Nazionale per la Difesa del Cane e di SANYpet/Forza 10 – una delle più autorevoli aziende di mangimi cruelty free – per favorire le adozioni consapevoli di cani anziani ospitati nei rifugi LNDC di tutt’Italia.

Grazie alla sua struttura capillare, LNDC ogni anno salva migliaia di animali di ogni specie e razza con l’obiettivo di trovare a ognuno di essi una sistemazione adeguata e sicura in famiglia. La triste consapevolezza è che, alcuni di loro soprattutto se anziani, sono destinati a rimanere in canile a vita senza mai provare l’affetto e il calore di un famiglia. Ed è ai cani più in là con l’età che LNDC, con il prezioso sostegno di SANYpet/Forza 10, dedica questa straordinaria iniziativa in coincidenza con il periodo delle festività natalizie.

Per ogni cane anziano adottato da un rifugio di Lega Nazionale per la Difesa del Cane nei mesi di dicembre e gennaiol’azienda metterà a disposizione una fornitura di cibo gratuita per l’intero arco di vita dell’animale. Un aiuto prezioso e importante destinato a chi vorrà farsi carico del resto dell’esistenza di un cane non più giovane, ma capace di dare tantissimo amore.

Chiunque abbia adottato un cane adulto può testimoniare che anche loro sono capaci di affezionarsi almeno quanto un cucciolo, o forse anche di più. Anche un “nonnino” può riservarci un mondo d’affetto, di gratitudine e immensa gioia. Adottare un cane anziano vuol dire dare una possibilità di riscatto a chi ne ha più bisogno. Un gesto di puro e vero amore affinché questo Natale e l’anno che verrà siano davvero all’insegna dell’amore e della solidarietà.

Per visitare il canile più vicino cerca la sede locale LNDC della tua zona!


sabato 10 dicembre 2016

Due gatte cercano casa

NON SONO IN CANILE
Queste due gatte sono sorelle, sono cresciute insieme e hanno 4 anni (già sterilizzate), perciò sarebbe davvero un dispiacere separarle. Cercano casa CON URGENZA per motivi NON dipendenti da loro.
Tel. 3408520977


lunedì 5 dicembre 2016

Gattina cerca casa

NON È IN CANILE
Questa dolcissima gattina ha circa 8 mesi e cerca casa con urgenza.
Buona, dolce, ottimo carattere, abituata ad altri gatti e ad altri cani.
Tel. 3393376363


sabato 3 dicembre 2016

IAGO

Nome: Iago
Sesso: Maschio
Età: 2015
Razza: meticcio 
Taglia: grande
Carattere: buono, buono, buono, Iago è un cucciolone intelligente, che sa andare bene al guinzaglio, si comporta bene in passeggiata e per ora non ha dato problema con i suoi simili, nè con i gatti (ci riserviamo però di valutare ogni singola situazione nel caso in cui fosse interessata una famiglia che ha altri animali)
Che tipo di adottante cerchiamo? Iago, come tutto i cani, ha bisogno di una famiglia che lo ami, che si occupi di lui e che non lo dimentichi da solo in un giardino.
Salute: sano
Sterilizzato: no
Entrato in canile: dicembre 2016 (rinuncia di proprietà)




sabato 12 novembre 2016

BLACKY

Nome: Blacky
Sesso: Maschio
Età: nascita presunta 2009
Razza: meticcio 
Taglia: media
Carattere: esuberante, desideroso di correre e giocare con i suoi simili cuccioli, Blacky si presenta come un cane buono. Poichè si trova in canile (da noi!) da pochi giorni, non abbiamo ancora verificato come si comporta con i suoi simili adulti o con i gatti.
Che tipo di adottante cerchiamo? una famiglia disponibile a spendere molto tempo insieme a Blacky, in lunghe passeggiate. Nel caso di una casa con giardino questo deve essere ben cintato. 
Salute: ha la leishmaniosi
Sterilizzato: no
Entrato in canile: novembre 2016 (proveniente da un altro canile)



giovedì 27 ottobre 2016

CICO

Nome: Cico
Sesso: maschio
Età: 2012
Razza: presunto meticcio Bullmastiff
Taglia: grande
Carattere: Cico è un cane di carattere, non è un cane da dimenticare in giardino a fare la guardia, ma deve vivere una relazione intensa con la famiglia che lo adotterà, intrecciando solidi rapporti sociali con TUTTI i membri della famiglia. Non sappiamo ancora con certezza come si comporta con i gatti, ma per il momenti sembra ignorarli, sconsigliamo vivamente invece la convivenza con altri cani maschi.
Che tipo di adottante cerchiamo? consigliamo la sua adozione a persone che hanno già avuto cani, in particolare che abbiano avuto esperienza con cani molossoidi, che non abbiano figli piccoli e non abbiano altri animali.
Salute: siamo in attesa delle analisi
Sterilizzato: no
Entrato in canile: ottobre 2016 (rinuncia di proprietà)



mercoledì 26 ottobre 2016

L'isolamento sociale del cane

Quando consigliamo l'adozione di un cane a famiglie che hanno casa con giardino, è perchè si tratta di una cane che ha bisogno di fare molta attività con i suoi futuri padroni.
Saremmo molto dispiaciuti se ciò fosse frainteso, perchè un cane non può e non deve vivere solo in giardino, perchè il cane è un animale sociale e pertanto ha bisogno di vivere in branco.

Riportiamo di seguito un interessante articolo tratto da Riviera24.it riguardante l'isolamento sociale del cane, una forma di maltrattamento silenzioso che non lascia ferite.

Link dell'articolo originale: Isolamento sociale del cane Riviera24 scritto dall'educatore cinofilo Luca Suman

Isolamento sociale del cane, una forma di maltrattamento silenziosa


Il cane ha bisogno di sentirsi parte di un gruppo: è uno dei suoi bisogni primari.
Avete mai provato a rimanere soli in un posto lontano da tutto e tutti? Nessun essere vivente nel raggio di chilometri, niente libri, tv, radio ma solo cibo e acqua strettamente necessari per mantenersi in vita? Dopo pochi giorni il silenzio diventa assordante e più il tempo passa più ci si sente smarriti, soli e infelici. Ogni rumore, anche lieve, ci mette in allerta.
Provate ora a prolungare questo periodo per mesi, anni o per tutta la vita e potrete immaginare cosa può provare un cane isolato dal suo gruppo sociale. L’isolamento sociale è una forma di maltrattamento che non lascia segni evidenti sul corpo ma ugualmente molto violenta. Cani isolati in campagna, relegati in giardino o chiusi in balcone, sono cani molto tristi.
Prendiamo per esempio un cane in una casa di campagna. Che cosa gli manca? Il proprietario porta cibo in abbondanza ogni due giorni e l’acqua non manca mai. Ha una tettoia sotto la quale può ripararsi e un terreno immenso dove potersi divertire. Credete che sia un cane felice? Anche se teniamo il cane in un luogo che sappiamo essere “sicuro”, il cane non è della stessa opinione. Non c’è sicurezza a stare da soli e non è una scelta che il cane farebbe mai.
Il cane ha bisogno di sentirsi parte di un gruppo, è uno dei suoi bisogni primari. Privarlo di ciò provoca inevitabilmente degli squilibri a livello psico-fisico causando stati di ansia, depressione e problemi di salute anche gravi.
La cosa ancora più grave è che nella maggior parte dei casi l’isolamento sociale arriva dopo un periodo di tempo vissuto in casa. Il cane sporca, perde il pelo, fa i bisogni in casa, rovina i mobili o le nostre cose, la gestione diventa un disastro e nella migliore delle ipotesi si decide di relegarlo in giardino, ma tutto questo solo perché lui si comporta da cane.
Un giardino, uno spazio esterno, una campagna, sono tutti luoghi fantastici dove trascorrere del tempo insieme al cane ma non devono mai diventare la “casa” del cane.
Un incredibile vantaggio, oltre a tutti gli altri, del tenere il cane in casa è quello del tempo che trascorrerai con lui. E’ vero che la qualità è fondamentale ma la quantità non è da meno. Più tempo trascorrerai con lui e migliore sarà la vostra relazione. Anche senza fare nulla, solo il fatto di stare vicino a te lo farà sentire parte della famiglia, più sicuro. Il cane ha bisogno di condividere con te odori, spazi, emozioni.
Quindi prima di prendere un cane pensiamoci bene, facciamoci un’idea più chiara possibile di cosa ci dobbiamo aspettare per i prossimi anni da questa convivenza. Affidiamoci a un buon educatore cinofilo che ha anche il compito e le competenze per indicarci, non solo che tipo di cane prendere in base al nostro stile di vita, ma anche di informarci dettagliatamente su quale sia l’impegno che comporta la vita con un cane.

martedì 11 ottobre 2016

ALì

Nome: Alì
Sesso: maschio
Età: nascita presunta 2015
Razza: meticcio
Taglia: media
CarattereAlì  è arrivato in canile, insieme a suo fratello Sugar, molto spaventato dal mondo che probabilmente non aveva mai visto e allo stesso tempo entusiasta come tutti i cuccioloni della sua età. Sono cani che dovranno piano piano essere educati alla vita di tutti i giorni, ciò significa che dovranno progressivamente fare tutte le esperienze verso cui la quotidianità ci chiede di essere pronti (rumori forti, traffico cittadino, incontrare persone nuove ed esperienze di questo tipo). Di carattere sono sicuramente buoni, affettuosi con le persone, amanti del gioco ed esuberanti cuccioloni. Non sappiamo ancora con esattezza quale sia il loro comportamento verso gli altri cani e verso i gatti, perchè fino ad ora hanno vissuto sempre insieme, loro due.
Che tipo di adottante cerchiamo? Cerchiamo una famiglia disponibile a guidarlo ed accompagnarlo nella quotidiana scoperta del mondo che ci circonda. Consigliamo l'adozione a chi vive in appartamento o a chi vive in una casa con un giardino DAVVERO BEN cintato.
Salute: sano
Sterilizzato: no
Entrato in canile: agosto 2016 (ritrovamento)

Sono adottabili anche separatamente.



SUGAR

Nome: Sugar
Sesso: maschio
Età: nascita presunta 2015
Razza: meticcio
Taglia: media
Carattere: Sugar è arrivato in canile, insieme a suo fratello Alì, molto spaventato dal mondo che probabilmente non aveva mai visto e allo stesso tempo entusiasta come tutti i cuccioloni della sua età. Sono cani che dovranno piano piano essere educati alla vita di tutti i giorni, ciò significa che dovranno progressivamente fare tutte le esperienze verso cui la quotidianità ci chiede di essere pronti (rumori forti, traffico cittadino, incontrare persone nuove ed esperienze di questo tipo). Di carattere sono sicuramente buoni, affettuosi con le persone, amanti del gioco ed esuberanti cuccioloni. Non sappiamo ancora con esattezza quale sia il loro comportamento verso gli altri cani e verso i gatti, perchè fino ad ora hanno vissuto sempre insieme, loro due.
Che tipo di adottante cerchiamo? Cerchiamo una famiglia disponibile a guidarlo ed accompagnarlo nella quotidiana scoperta del mondo che ci circonda. Consigliamo l'adozione a chi vive in appartamento o a chi vive in una casa con un giardino DAVVERO BEN cintato.
Salute: sano
Sterilizzato: no
Entrato in canile: agosto 2016 (ritrovamento)

Sono adottabili anche separatamente.




lunedì 12 settembre 2016

Progetto scuole


La campagna di sensibilizzazione nelle scuole del Rifugio "La Cuccia"! 

Una paio d'ore all'insegna del divertimento, ma anche dell'educazione al rispetto dei nostri amici a 4 zampe! 

Chiunque fosse interessato a proporre questo progetto nella propria scuola può contattarci con una mail a: progettoscuole@outlook.com

giovedì 8 settembre 2016

Dino è stato operato... grazie a tutti voi amici!

Dino è stato operato in data 1° settembre 2016, casualmente proprio un giorno prima dell'estrazione della lotteria dedicata a lui.
Grazie a tutti voi che avete comprato il biglietto, il Rifugio ha potuto sostenere le spese per operarlo alla zampa, ora lo aspetta qualche mese di riabilitazione e poi potrà finalmente tornare a correre!
...e tranquilli, lui un papà già ce l'ha!



giovedì 28 luglio 2016

BESAME MUCHO - video contro l'abbandono

BESAME MUCHO di Giulio Valentini
Un video promosso da Lega Nazionale per la Difesa del Cane contro l'abbandono!
"Penso che se non ti avessi adottato sarei disperato, ora, sì!"


mercoledì 20 luglio 2016

Contatti e numeri utili

Il Rifugio "La Cuccia" di Imperia è gestito dalla Lega Nazionale per la Difesa del Cane sezione di Imperia

CONTATTI

Rifugio "La Cuccia" - Via Nazionale, 354 - Tel. 0183 297631 
(se non risponde nessuno lasciare un messaggio CHIARO e verrete richiamati, in caso contrario no)
E-mail del BLOG del canile: rifugiolacuccia@gmail.com 

NUMERI UTILI 

Per cani e gatti randagi 
contattare il 118 dalle ore 13,30 alle 7,00 tutti i giorni, sabato e domenica tutto il giorno. 
Fuori dagli orari citati, contattare il numero 0183 537640 

Per tutti i tipi di selvatici a due o quattro zampe 
contattare la Provincia o il Corpo Forestale dello Stato come dice la legge Reg. Liguria n. 29 del 1/07/1994 - Imperia 0183 499968 - Sanremo 0184 535148 - Ventimiglia 0184 250723 

Se viaggiate in autostrada nella provincia di Imperia e vedete un animale abbandonato 
potete contattare la Società Autostrada dei Fiori al numero 0183 707331


CI TROVIAMO AD IMPERIA IN VIA NAZIONALE 354

(andando verso Pontedassio, quando siete nei pressi della rimessa della Riviera Trasporti, girate a destra su una strada che sale su per la collina... 
proseguite e dopo circa 1 km siete arrivati)

Come aiutarci: la pappa dei nostri pelosi

CIBO:
Fortunatamente molti dei nostri cani non necessitano cibo particolare, perchè sono perfettamente sani. Loro mangiano crocchette e scatolette normali, quelle che si possono trovare anche nei supermercati (accettiamo qualsiasi marca). Per alcuni dei nostri ospiti utilizziamo anche crocchette specifiche per taglia piccola, o per cuccioli, in modo da soddisfare al meglio le loro esigenze nutrizionali. 

Alcuni cani, invece, hanno purtroppo qualche problemino di salute e per loro abbiamo bisogno di mangimi specifici, che sono un po' più cari, perciò, se ci voleste donare anche solo uno di questi mangimi vi saremo molto riconoscenti.  


CROCCHETTE
-CROCCHETTE MONOPROTEICO AL PESCE
-CROCCHETTE L/D oppure HEPATIC
-CROCCHETTE I/D oppure INTESTINAL oppure GASTROINTESTINAL
-CROCCHETTE SENIOR
-CROCCHETTE Z/D oppure HYPOALLERGENIC

SCATOLETTE
-UMIDO L/D oppure HEPATIC
-UMIDO I/D oppure INTESTINAL oppure GASTROINTESTINAL
-UMIDO SENIOR
-UMIDO Z/D oppure HEPATIC



GRAZIE IN ANTICIPO A TUTTI QUELLI CHE CI AIUTERANNO,E UN GRAZIE DAL CUORE A CHI LO FA GIA'

sabato 2 luglio 2016

MIDA

Nome: Mida
Sesso: femmina
Età: 2009 (nascita presunta)
Razza: meticcio segugio
Taglia: media
Carattere: timida e un po' paurosa, Mida è una cagnolina buona, compatibile con altri cani maschi. Mida deve imparare a conoscere il mondo che ci circonda e, per farlo, ha bisogno di una persona che la accompagni, che la guidi, e che la faccia uscire "dalla bolla" in cui si è chiusa.
Che tipo di adottante cerchiamo? Per Mida cerchiamo una persona che abbia tempo e voglia di conoscerla e di farsi conoscere. Sconsigliamo vivamente una casa con giardino.
Salute: ha la leishmaniosi
Sterilizzato: si
Entrato in canile: giugno 2016 (proveniente da un altro canile)